Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il Trapani si butta via: solo 1-1 con la Fidelis Andria
Il Catania batte l'Akragas, ma vince anche il Lecce

La squadra di mister Calori non va oltre il pari al Provinciale contro i pugliesi che si portano subito in vantaggio e vengono ripresi da un’autorete. Nel frattempo la capolista e i rossazzurri vincono volando rispettivamente a più 7 e più 3

Luca Di Noto

Foto di: sito ufficiale Trapani calcio

Foto di: sito ufficiale Trapani calcio

Ennesima occasione sciupata per il Trapani, che nel match del Provinciale contro la Fidelis Andria non va oltre l’1-1. I granata conquistano così un solo punto, inutile ai fini della corsa per ottenere la promozione diretta in serie B. A tal proposito, il Lecce batte il Racing Fondi per 2-0 volando a +7 e il Catania si impone a Siracusa contro l’Akragas per 1-3 (reti di Lodi, Curiale e Mazzarani per gli etnei e Pastore per i biancazzurri) portandosi a +3 sulla formazione allenata da mister Calori.

Ospiti subito pericolosi con un traversone di Taurino per Esposito al 2’. Due minuti dopo, pugliesi in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione, la palla giunge a Quinto che riesce a spizzare sul palo più lontano. I siciliani provano a reagire con Corapi e Palumbo, ma i biancazzurri sono ben schierati e non stanno a guardare. La squadra di casa fa fatica a manovrare anche se si rende pericolosa con Marras al 12’. Poi è Taurino, per gli ospiti, a sfiorare la rete. A questo punto i granata pressano in maniera più insistente, creando con Marras ed Evacuo e al 22’ arriva il gol del pari: cross di Palumbo dalla sinistra, Colella anticipa Evacuo e beffa il proprio portiere. Trapani sull’onda dell’entusiasmo e pericoloso con Pagliarulo e Scarsella. Alla mezz’ora, grande azione orchestrata da Polidori e Marras, poi Scarsella non arriva sul pallone. Prima dell’intervallo, Andria pericolosa con Lancini e Tiritiello, ma si va al riposo sull’1-1.

Prima occasione nella ripresa per i padroni di casa con Fazio che prova la rovesciata, ma il pallone è respinto dal corpo di Colella. Ospiti pericolosissimi con Lattanzio, il cui colpo di testa è parato da Furlan, ma i granata rispondono con Polidori e Scarsella. Al 60’ è Palumbo a rendersi pericoloso e nell’azione successiva i granata trovano il gol con Evacuo, ma l’arbitro annulla e si accende una piccola mischia e in campo volano anche alcune bottigliette. Trapani ancora pericoloso al 67’ con Marras che però conclude alto da buona posizione. I pugliesi si fanno rivedere in avanti poco dopo con Lattanzio che sfiora l’incrocio su punizione. I siciliani, però, continuano a sciupare e al 77’ è Marras che si divora un gol anche se da posizione leggermente defilata. In pieno recupero, occasione per il neo entrato Steffé che impegna Cilli, ma il risultato non cambia più: 1-1 e un punto per parte.

Il tabellino

Trapani (3-5-2): Furlan; Fazio, Pagliarulo, Drudi; Marras, Scarsella (73' Rizzo), Corapi (86' Girasole), Palumbo, Bastoni (91' Steffé); Evacuo, Polidori (73' Murano). A disp.: Pacini, Ferrara, Dambros, Canino, Aloi, Culcasi, Musso. All. Calori.

Fidelis Andria (3-5-2): Cilli; Colella, Abruzzese, Tartaglia; Tiritiello, Esposito (68' Lobosco), Piccinni, Quinto, Lancini; Lattanzio (88' Cappiello), Taurino (82' Nadarevic). A disp.: Maurantonio, Croce, Scaringella, Ippedico, Liguori, Scalera. All. Papagni.

Marcatori: 22' aut. Colella-4' Quinto

Arbitro: Dionisi di L'Aquila (Assante-Notarangelo).

Note: Ammoniti: Fazio, Drudi, Palumbo, Corapi (T), Tiritiello, Colella (FA)

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×