Pachino, dipendente comunale abusava di minore
Violenze dentro sede di associazione di volontariato

Simone Olivelli

Cronaca – La polizia ha tratto in arresto il 67enne Giombattista Lombardo. L'uomo è accusato di avere abusato sessualmente di una ragazzina, con la quale sarebbe stato solito andare in giro per la cittadina per poi chiudersi dentro i locali di Anopas. Le indagini sono partite da una segnalazione anonima.  Il commento del sindaco Roberto Bruno

Avrebbe abusato sessualmente di una ragazzina con disagi mentali. È questa la pesante accusa che ha portato in carcere un dipendente del Comune di Pachino. Giombattista Lombardo, 67enne impiegato nell'Anagrafe canina, è stato arrestato dagli agenti del commissariato su disposizione del gip del tribunale di Siracusa. 

L'indagine, iniziata lo scorso dicembre dopo una segnalazione anonima, avrebbe fatto emergere gli abusi che sarebbero iniziati quando la vittima aveva 12 anni. Lombardo è a capo di Anopas, associazione di protezione civile attiva sul territorio comunale nel settore dell'assistenza sociale alle persone con difficoltà economiche. Sul proprio profilo Facebook, appena pochi giorni annunciava la distribuzione di alimenti alle famiglie bisognose. L'uomo, appassionato anche di arti marziali, si occupava anche del coordinamento locale dei migranti. Stando alla ricostruzione degli inquirenti, Lombardo si sarebbe trattenuto con la vittima all'interno dei locali che ospitano la sede dell'associazione in orari sospetti. Ciò sarebbe avvenuto anche nell'orario in cui l'uomo avrebbe dovuto prestare servizio per il Comune. Ad avvalorare i sospetti sul 67enne sarebbero state le registrazioni ambientali.

«L'associazione non collaborava con il Comune - dichiara il sindaco di Pachino Roberto Bruno -. Colpisce la gravita dell'accusa, adesso si attiverà l'ufficio procedimenti disciplinari. Ma non è un reato contro la pubblica amministrazione, quindi bisognerà capire entro quali margini potremo intervenire». Intanto gli agenti hanno portato Lombardo nel carcere di Cavadonna.