Basket, ad Agrigento il derby con Trapani
Cade ancora l’Orlandina, anche Ragusa ko

Luca Di Noto

Sport – In A2 la Fortitudo si aggiudica il derby di Sicilia, agganciando la squadra granata al settimo posto in classifica. Betaland va ko con Brescia, mentre nel femminile le iblee cadono a Schio

Si sono giocate nel week end le gare che hanno visto impegnate le squadre siciliane del basket.

Serie A
Betaland Capo d’Orlando-Germani Basket Brescia 78-88
Altra sconfitta per la squadra di coach Di Carlo che in casa cede alla formazione bresciana e resta dunque in ultima posizione alla pari con la VL Pesaro. Parte forte la squadra siciliana che con Stojanovic e Likhodey si porta sul 9-5. Gli ospiti faticano a trovare il canestro e così i paladini ne approfittano per allungare sul 16-8. Brescia prova a riavvicinarsi, ma l’Orlandina trova ancora la forza per allungare e alla prima sirena il punteggio è di 26-17. Nella seconda frazione, Sacchetti e Faust accorciano e ritrovano la parità per gli ospiti a quota 30. A questo punto Brescia trova addirittura il vantaggio e vola sul +5 (39-44). Atsur trova i punti che valgono il -1 e Likhodey porta i siciliani avanti all’intervallo, 47-45. Nella terza frazione, la Germani riparte fortissimo con Vitali, anche se Likhodey è pronto a rispondere. Faust e lo stesso Likhodey tengono Capo d’Orlando a contatto, mentre Stojanovic spreca, così Brescia ne approfitta per allungare. Likhodey e Campani però riportano la Betaland a -1 (61-62) alla terza sirena. Nell’ultimo quarto, avvio a senso unico: Brescia è indemoniata e trova un parziale di 0-10 che si rivelerà decisivo. L’Orlandina fatica a trovare il canestro ed è Stojanovic a interrompere il digiuno. La Betaland prova a rifarsi sotto con Knox, ma la Germani allunga con Vitali e Moore dà la zampata finale, chiudendo sull’88-78.

Serie A2
Fortitudo Agrigento-Pallacanestro Trapani 64-62
La squadra di coach Ciani si aggiudica il derby di Sicilia contro i granata, raggiungendoli in classifica al settimo posto e restando così all’interno della zona play off. Partono subito forte i biancazzurri con due triple firmate da Ambrosin, poi Zilli allunga e coach Parente è costretto a chiamare time out. La Fortitudo porta così a casa il primo quarto con il punteggio di 23-17. Nella seconda frazione, Trapani parte meglio soprattutto con Ganeto, ma i biancazzurri si affidano ancora ad Ambrosin che da solo trova i canestri del +11 per il 39-28 a metà gara. Al rientro sul parquet, l’inerzia della partita cambia e Trapani alza il ritmo con Perry, anche se i padroni di casa tengono il vantaggio con i punti di Evangelisti e Cuffaro, anche se Bossi porta la squadra a -7, 52-45 alla terza sirena. L’ultimo quarto vede Trapani avvicinarsi fino al trovare il vantaggio con la tripla di Jefferson. Pepe tiene alta la concentrazione e mette dentro il canestro del pareggio a quota 54. L’ultimo minuto è da cardiopalma: prima Cannon porta i biancazzurri sul +3, poi i granata non sbagliano dalla lunetta. Alla fine è Pepe a chiudere la partita sul definitivo 64-62.

Serie A1 femminile
Famila Schio-Virtus Eirene Ragusa 78-68
Nell’ultima sfida della seconda fase della stagione, la squadra di coach Recupido che cade contro la rivale di sempre, la Famila Schio. L’attacco orange risulta incontenibile per la difesa biancoverde con una Yacoubou scatenata. La squadra veneta arriva alla prima sirena sul 21-18. Nella seconda frazione le iblee provano a reagire con la solita Hamby e Ndour, ma le scledensi gestiscono il vantaggio aumentando il gap all’intervallo a +5 sul 42-37. Il terzo quarto vede la squadra di casa prendere il volo, chiudendo la terza frazione sul 61-51. Nell’ultimo periodo, Ragusa cerca la rimonta e si riporta addirittura a -3. Poi Zandalasini riporta le sue a +6 e Bongiorno sbaglia un canestro, consentendo all’ex Gatti di chiudere la partita. Adesso testa ai play off per la Passalacqua, che martedì 3 aprile affronterà in casa San Martino di Lupari, classificatosi al sesto posto.