Basket, Orlandina ko con Reggio Emilia
Cade anche Trapani, bene Agrigento

Luca Di Noto

Sport – I paladini cadono in casa contro la squadra emiliana e restano al penultimo posto in classifica. In A2, la squadra granata viene sconfitta da Rieti, mentre la Fortitudo si impone sul parquet di Cagliari

Si sono giocate le sfide che hanno visto impegnate le squadre siciliane di basket.

Serie A
Betaland Capo d’Orlando-Grissin Bon Reggio Emilia 70-81
Non bastano un’ottima prestazione e 36’ di ottimo gioco alla Betaland per portare a casa la vittoria. I tifosi biancazzurri espongono uno striscione sugli spalti con su scritto “Difendiamola”. I paladini hanno lo spirito giusto e trovano otto punti consecutivi di Stojanovic, che risponde a Della Valle. Si gioca punto a punto e Ihring consente ai siciliani di arrivare alla prima sirena avanti per 24-23. Nella seconda frazione, Ikovlev è scatenato e segna in penetrazione, trovando poi la tripla che vale il +8, massimo vantaggio orlandino. All’intervallo il punteggio è di 43-37, ma al rientro dagli spogliatoi Cervi riporta i suoi avanti con sei punti consecutivi. Stojanovic risponde colpo su colpo e la Betaland resta avanti anche al 30’, 59-56. Nell’ultimo quarto, la gara è durissima, i reggiani riazzerano il gap e operano il sorpasso con Della Valle che con le sue tre triple consecutive regala ai suoi la vittoria.

Serie A2
Pasta Cellino Cagliari-Fortitudo Agrigento 73-95
La squadra di coach Ciani fa suo il derby delle Isole, imponendosi in Sardegna e conquistando due punti preziosi. I biancazzurri partono forte con la tripla di Williams, poi i siciliani continuano a impostare nel migliore dei modi e realizzano addirittura trenta punti nel primo quarto, chiudendo sul 16-30 alla prima sirena. Anche nella seconda frazione la Fortitudo continua a macinare gioco e punti grazie ai canestri di Cannon e a un Pepe quasi infallibile sotto canestro. Proprio quest’ultimo è il mattatore del secondo quarto, con le squadre che vanno all’intervallo sul 37-53. La gara ha già preso una direzione ben precisa, ma come se non bastasse, Agrigento non si ferma neppure nel terzo periodo, con i punti di Evangelisti e Zilli. I biancazzurri trovano il +16, a questo punto i sardi hanno una reazione d’orgolio con Rullo e accorciano sul -12. Agrigento esce bene da questo momento e continua a condurre la gara e alla terza sirena il punteggio è di 56-78. Nell’ultimo quarto, la Fortitudo amministra e con i punti di Guariglia chiude il match sul 76-95.

Npc Rieti-Pallacanestro Trapani 82-75 Granata sconfitti sul parquet di Rieti, ma la squadra di Ducarello resta ancora in zona play off. I padroni di casa partono meglio con Hearst a cui risponde Perry. La Npc riesce a trovare il primo strappo scappando sull’11-5, ma a questo punto i siciliani si scuotono con Perry e Ganeto, operando il sorpasso sul 13-14. La prima frazione si chiude però in parità a quota 19. Nel secondo periodo, nessuna delle due formazioni riesce a scappare. Si gioca punto a punto e al 15’ il tabellone recita 29-29. Trapani piazza un break di quattro punti, ma Rieti trova il sorpasso con Conti, arrivando al riposo sul 38-36. Il terzo quarto vede la squadra di casa scappare sul +7 e a questo punto Trapani fatica a reagire. Rieti vola sul +13, ma i granata limitano leggermente i danni chiudendo sul 61-51 alla terza sirena. Nell’ultim quarto, Trapani accorcia sul -6 con Jefferson, ma Rieti ritrova la doppia cifra di vantaggio con Gigli e Mollura. I laziali tengono fino alla fine e contengono i tentativi finale di Trapani, chiudendo sull’82-75.