Chiudi ✖
15

Ragusa, prende a calci e pugni ex convivente
Pestaggio nell'abitazione dove si era rifugiata

Redazione

Cronaca – La polizia ha arrestato il 28enne Kubi Frankin Appiah. L'uomo è accusato di avere aggredito con violenza l'ex compagna, che aveva provato a scappare a casa di un amico. La donna sarebbe stata vittima di aggressioni da diverso tempo, senza però trovare il coraggio di denunciare. Guarda la foto

L'ha inseguita fino nell'abitazione in cui si era rifugiata e l'ha presa a calci e pugni. Per questo è stato arrestato Kubi Franklin Appiah, 28enne originario del Ghana, che ieri sera a Ragusa ha picchiato l'ex compagna. Nell'aggressione è rimasto ferito anche la persona che ha provato a difenderla. La donna da tempo sarebbe stata vittima degli atteggiamenti violenti dell'uomo. 

Portata in ospedale, le sono stati diagnosticati traumi alla faccia e alle braccia con una prognosi di dieci giorni. La vittima ha raccontato alla polizia che le aggressioni sarebbero avvenute in passato anche tramite bruciature e una pinza, ma di non avere mai trovato il coraggio di denunciare i fatti per paura di ritorsioni. 

Ieri Appiah sarebbe entrato in azione, dopo un primo tentativo di introdursi nell'abitazione dell'amico a cui la vittima aveva chiesto un posto dove stare. Nella prima occasione, infatti, il 28enne si sarebbe allontanato dopo avere visto nelle vicinanze una pattuglia della polizia. Alcune ore dopo, l'irruzione in casa è avvenuta e soltanto l'arrivo degli agenti, che lo stavano cercando, ha bloccato la violenta aggressione. Il magistrato di turno ha disposto l'arresto e il trasferimento nel carcere di Ragusa.