Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ars, Claudio Fava chiede dimissioni di Vittorio Sgarbi
«Sta pensando a fare il presidente della Lombardia»

Il deputato di Centro passi per la Sicilia ha attaccato l'assessore alla Cultura, per la decisione di avviare una campagna di raccolta firme per presentare la candidatura a successore di Roberto Maroni. «Sta sfruttando l'Isola come palcoscenico», è l'accusa dell'esponente di sinistra, che si è rivolto anche a Musumeci: «È un'offesa anche a lei»

Loredana Passarello

Foto di Bjs

Foto di Bjs

«I beni culturali sono il più grande giacimento che esista in Sicilia. C'è bisogno di un assessore di assoluta e urgente concretezza». Cosi Claudio Fava, intervenendo subito dopo la lettura delle linee programmatiche del presidente della Regione Nello Musumeci, ha chiesto le dimissioni dell'assessore ai Beni Culturali Vittorio Sgarbi. 

Il critico d'arte è accusato dall'ex vicepresidente della commissione antimafia nazionale di avere intrapreso una campagna di raccolta firme per presentare la candidatura alla presidenza della Regione Lombardia. «L'assessore Sgarbi, piuttosto invece di pensare a governare le emergenze del settore, raccoglie le firme per presentarsi come presidente della Regione Lombardia - ha fatto notare Fava - immaginando che questo possa essere solo un utile palcoscenico per proiettare la propria immagine su altri palcoscenici».

Fava ha poi proseguito rivolgendosi a Musumeci. «Ritengo sia un'offesa a lei presidente, a questo governo e alla Regione siciliana. Penso che proprio per l'urgenza che richiede governare questo settore l'assessore Sgarbi debba presentare le sue dimissioni, affinché possa serenamente fare la sua campagna elettorale in Lombardia».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×