Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, vittoria e pass per la Coppa
Serata storta per la Fortitudo Agrigento

In serie A2 si gioca l’ultima gara dell’anno. I granata conquistano il quinto successo consecutivo e ottengono la qualificazione in Coppa, mentre i biancazzurri cadono con oltre 30 punti di svantaggio a Reggio Calabria

Luca Di Noto

Ultime gare dell’anno in serie A2, girone ovest, che hanno visto coinvolte due squadre siciliane di basket:

Benacquista Assicurazioni Basket-Pallacanestro Trapani 71-73 Quinto successo consecutivo per la squadra di coach Ducarello che con la vittoria in terra pontina stacca il pass per Jesi, dove si disputerà la Coppa Italia. I primi punti sono dei siciliani, ma Hairston risponde per i nerazzurro. Dopo cinque minuti, il punteggio è di 9-12, con i locali che sembrano in difficoltà. I granata firmano il primo allungo, ma Pastore e Laganà riducono le distanze e alla prima sirena il tabellone recita 18-21. Anche nel secondo periodo, Latina subisce le offensive dei vari Jefferson, Renzi e Spizzichini, che tengono a distanza i pontini. La tripla di Pastore vale il momentaneo 21-29, poi due bombe di Raymond siglano il 27-29. A questo punto i siciliani si scuotono con Perry e Viglianisi, arrivando a metà gara sul 34-38. Al rientro in campo, Latina reagisce con vigore e passa in vantaggio prima con le triple di Laganà e Saccaggi e poi con i liberi di Hairston per il 45-43. I pontini trovano il massimo vantaggio sul +8, ma i siciliani riducono a sei lunghezze lo svantaggio alla terza sirena, quando il punteggio è di 60-54. L’ultimo quarto vede Trapani riportarsi avanti con i punti di Ganeto. Viglianisi non sbaglia i liberi e la gara continua praticamente dalla lunetta. A 22 secondi dal termine, Trapani si riporta avanti sul 71-72, Latina non sfrutta il possesso e così i granata chiudono i conti a cronometro fermo.

Viola Reggio Calabria-Fortitudo Agrigento 96-64 Gara da dimenticare per la squadra di coach Ciani che in riva allo Stretto con oltre trenta punti di distacco. La squadra di casa parte subito fortissimo e dopo cinque minuti conduce già il match per 11-3, grazie anche a un Baldassarre in grande spolvero. La difesa agrigentina non riesce a contenere gli affondi reggini e dopo il primo quarto il punteggio è di 11-23. La seconda frazione ricalca il canovaccio della prima, con i padroni di casa che fanno la partita. Cocach Ciani perde Cannon, costretto a uscire per infortunio, la Fortitudo accusa il colpo e la Ciola continua a costruire il vantaggio, arrivando a metà gara sul 47-33. Al rientro sul parquet la musica è sempre la stessa, con Reggio che chiude la gara con grande anticipo: i neroarancio non lasciano spazio alle iniziative dei siciliani, Rosato, Caroti e Pacher chiudono sostanzialmente la contesa e alla terza sirena i padroni di casa conducono per 74-52. L’ultimo quarto è utile soltanto a fini statistici, con la Viola che continua a volare sulle ali dell’entusiasmo e Agrigento che molla definitivamente. A punti per i calabresi va anche il giovane Agbogan, poi la gara viene chiusa definitivamente dalla schiacciata in contropiede di Chris Roberts.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×