Chiudi ✖
15

Foto di: trapanicalcio.it

Serie C, il Trapani torna al successo
Virtus Francavilla stesa 3-1 nella ripresa

Luca Di Noto

Sport – Dopo il pari beffa di Matera, la squadra di Calori batte i pugliesi in una bella gara. Dopo un primo tempo equilibrato, fuochi d’artificio e quattro reti tutte nel secondo tempo. A segno per i granata Girasole, Reginaldo e Palumbo

Mister Calori lo aveva chiesto, serviva una prestazione con spirito battagliero. E il suo Trapani ha ascoltato a dovere i dettami del tecnico, giocando una gara determinata e battendo per 3-1, meritatamente, una Virtus Francavilla che non ha per nulla sfigurato. I granata salgono così a quota 28 punti, restando lanciati all’inseguimento di Lecce e Catania.

Prima occasione per gli ospiti, con un colpo di testa di Mastropietro, ma Furnari è bravo nel trovare una risposta miracolosa. I granata cominciano a spingersi in avanti, Marras serve Murano e Albertazzi respinge di piede. Al 18’ l’arbitro annulla un gol a Pagliarulo, sugli sviluppi di un corner, per un precedente fuorigioco di Murano che lo aveva servito. Le occasioni da gol non sono frequenti, così prima della mezz’ora ci prova Palumbo, ma il suo tiro dalla distanza non impensierisce Albertazzi. I biancazzurri replicano con Buono, che però non inquadra la porta. Prima dell’intervallo doppia occasione per i siciliani, prima con Bastoni, il cui tentativo termina largo e poi come Palumbo che prova ancora la botta dalla distanza su punizione, ma la sfera esce di poco a lato. Si va così al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa, i granata protestano per un presunto fallo in area su Evacuo, ma l’arbitro lascia correre. Poco dopo, buona occasione per i padroni di casa: Marras mette in mezzo, Murano non arriva e Bastoni non trova l’appuntamento col pallone. Al 55’, il Trapani passa in vantaggio: Murano ed Evacuo gestiscono il pallone, Girasole si inserisce e conclude sotto l’incrocio. Gli ospiti provano a rispondere con Buono e Sicurella, trovando il pari al 68’ con un gran gol di Viola che combina con Saraniti e batte Furlan con un pregevole pallonetto. La parità però dura soltanto due minuti: infatti Marras si invola sulla destra e mette in mezzo dove Reginaldo si esibisce in una splendida semirovesciata e mette in rete. La sfida adesso è molto bella, i pugliesi si spingono in avanti e devono concedere spazi. Questi vengono sfruttati perfettamente dal Trapani che all’83’ trova il gol del 3-1 con Palumbo, che batte una punizione sulla destra su cui nessuno riesce a intervenire e che beffa Albertazzi.