Chiudi ✖
15

Foto di: trapanicalcio.it

Trapani-Rende 4-0, ecco il poker granata
In gol Evacuo, Murano, Silvestri e Fazio

Luca Di Noto

Sport – La squadra di Calori parte subito forte trovando il vantaggio nei primi minuti. Calabresi mai pericolosi dalle parti di Furlan, i siciliani con questo successo salgono a quota 24 punti, restando a una lunghezza dal Catania

Successo perentorio del Trapani che si impone sul Rende con un poker senza storia: 4-0 granata e tre punti fondamentali nella rincorsa alla vetta. I siciliani salgono a quota 24 punti, sempre una lunghezza in meno del Catania che ha vinto sul campo della Paganese.

Avvio col turbo da parte della squadra di Calori, che si rende pericolosa già nei primi secondi e trova il gol del vantaggio al 4’ con Evacuo, abile a battere di testa Forte su cross di Palumbo. I granata continuano a spingere senza sosta e poco dopo il quarto d’ora trovano il raddoppio: su azione di calcio d’angolo, stavolta è Murano a mettere in rete dopo un’azione convulsa in area. I biancorossi provano a reagire, ma fanno fatica anche a superare la metà campo, così i siciliani ne approfittano per rallentare i ritmi del match e per rendersi pericolosi con Palumbo dalla distanza, ma Forte si salva. Prima dell’intervallo, Rende pericoloso in un paio di occasioni, ma Furlan si fa sempre trovare pronto.

Nessun cambio durante l’intervallo, a rientrare in campo sono gli stessi uomini che hanno concluso il primo tempo. I granata ricominciano a spingere e al 54’ trovano il tris con Silvestri, che di testa su cross dalla sinistra trova una traiettoria imprendibile per Forte. Poco dopo il Trapani sfiora addirittura il poker con Fazio che si renderà pericoloso anche in altre due occasioni. I calabresi sembrano scomparire dal campo, al 71’ Marras si inserisce in area ma Forte in uscita gli nega la battuta a rete. Per il poker, comunque, era solo questione di tempo: al 79’ Visconti tocca il suo primo pallone e mette in mezzo per l’accorrente Fazio che non fallisce l’appuntamento con il gol. È praticamente l’ultima azione degna di nota.

LE PAGELLE

Furlan 6 La partenza a razzo dei suoi compagni lo rende spettatore non protagonista per diversi minuti. Prima dell’intervallo il Rende comincia a spingersi in avanti, ma lui si fa sempre trovare pronto.

Silvestri 7 Il difensore centrale con la maglia numero 14 sembrerebbe averci preso gusto a segnare e dopo il gol valso tre punti contro l’Akragas, oggi concede il bis realizzando la terza rete che mette ko gli avversari.

Pagliarulo 6 Giornata di ordinaria amministrazione per l’intera retroguardia. Il capitano gioca una gara attenta e senza distrazioni, nel primo tempo va anche vicino al gol con un colpo di testa.

Legittimo 6 Come per i compagni di reparto, anche il numero 6 granata non rischia praticamente nulla grazie alla pochezza delle azioni offensive degli avversari.

Fazio 6,5 Ritrova la maglia da titolare e mette in campo il solito cuore. Nella ripresa cerca il gol con insistenza e questo arriva a dieci minuti dal termine su servizio dell’esterno sinistro Visconti.

Maracchi 6 Probabilmente nella linea mediana oggi è il meno appariscente, ma il suo impegno come sempre è innegabile. Nella ripresa Calori gli risparmia mezz’ora di partita per fargli tirare un po’ il fiato. Dal 62’ Steffé 6,5 Entra bene in campo, costruendo una diga con i compagni di reparto nella zona nevralgica.

Palumbo 7 Il giovane centrocampista sta continuando il suo percorso di crescita senza intoppi. È chiaramente un giocatore che deve trovare la sua maturazione, ma mostra sempre buona personalità anche con le conclusioni da fuori. Dal 70’ Minelli s.v. Poco più di venti minuti a risultato già acquisito, impossibile una valutazione oggettiva.

Bastoni 6,5 Buona gara e ottimo spirito di sacrificio da parte del numero 8 granata, anche lui cresciuto in maniera continua e lineare dall’inizio del campionato. Sempre pronto a recuperare sull’avversario e a dare una mano dietro. Dal 79’ Canino s.v. Buona prova per il giovane prodotto del vivaio granata, per lui poco più di dieci minuti in campo.

Marras 7 Imprescindibile per lo scacchiere tattico disegnato da mister Calori, l’ex Alessandria è fondamentale nello sviluppo del gioco che sia schierato a destra o a sinistra. Oggi gli tocca la fascia mancina, corre in lungo e in largo e nella ripresa ha una buona occasione da gol. Dal 78’ Visconti s.v. Poco tempo per valutarlo, ma l’esterno sinistro

Evacuo 7 La voglia di segnare dell’attaccante è palpabile fin dalle prime battute del match. Sciupa una buona occasione dopo pochi secondi, ma si rifà al 4’ quando di testa batte Forte. Dopo il gol continua a lottare come un leone.

Murano 6,5 Altra buona prestazione da parte dell’attaccante che si conferma capocannoniere granata. Va a segno poco dopo il quarto d’ora, sfruttando le sue doti realizzative e di finalizzatore. Nel complesso una prova positiva. Dal 62’ Dambros 6,5 Anche il brasiliano entra bene in campo, ma trovare continuità in un reparto così affollato non è facile.

Calori 8 Il mister aveva chiesto ai suoi ragazzi una prova di sostanza e di maturità e i suoi uomini hanno risposto presente. I granata passano subito in vantaggio e cercano di archiviare la pratica già nel primo tempo, ma anche nella ripresa non concedono spazi agli avversari.

Rende: Forte 5,5, Sanzone 5, Marchio 5, Pambianchi 4,5, Viteritti 5, Boscaglia 5,5, Gigliotti 5,5 (67’ Otranto 5,5), Rossini 5 (67’ Actis Goretta 5), Blaze 5,5 (78’ Calvanese s.v.), Laaribi 5 (84’ Piromallo s.v.), Vivacqua 5 (66’ M. Modic 5,5). All. Trocini 4,5.