Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Naro, due denunce per il cedimento alla diga Furore
Operai morti forse lavoravano su pedana non idonea

Un dirigente regionale e il titolare di una ditta che si occupa di manutenzione sarebbero in procinto di essere iscritti nel registro degli indagati dal pm Salvatore Vella. Gli investigatori riterrebbero che la struttura su cui Francesco Gallo e Gaetano Cammilleri stavano lavorando era ideata per il trasporto di materiale

Redazione

Foto di: gabriele terranova

Foto di: gabriele terranova

Due persone sono state denunciate dai carabinieri per l'incidente avvenuto ieri all'interno di una cisterna della diga Furore di Naro, in provincia di Agrigento. Si tratta di un dirigente regionale e del titolare della ditta che svolge la manutenzione nell'infrastruttura. 

A lavorare, al momento del cedimento della pedana che si trovava sopra la vasca del sovrappieno, c'erano il 61enne Francesco Gallo e il 56enne Gaetano Cammilleri. I due hanno perso la vita nel crollo, che ha causato loro una caduta da 32 metri di altezza. I vigili del fuoco non hanno potuto fare altro che recuperare i loro corpi senza vita. Secondo le prime ricostruzioni, la pedana non sarebbe stata idonea a trasportare persone, ma solo materiale. 

L'inchiesta della Procura di Agrigento è affidata al sostituto procuratore Salvatore Vella, che nelle prossime ore dovrebbe iscrivere nel registro degli indagati i nomi dei due denunciati. La diga Furore è di proprietà dell'Esa, l'ente sviluppo agricolo.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×