Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Noto, ubriaco aggredisce bimbo italo-marocchino
«Tornatevene in Africa», ma i presenti reagiscono

Il piccolo di nove anni stava giocando insieme ad altri coetanei non distante dal ristorante gestito dalla famiglia, nel pieno centro della cittadina siracusana, quando è stato insultato e strattonato da un 55enne italiano. La reazione di alcune persone ha attirato l'attenzione della polizia

Salvo Catalano

«Tornatene in Africa con la tua famiglia». «Se vi vedo ancora in giro, ve la faccio finire male». Sabato sera, nel cuore del centro storico di Noto, il piccolo Noureddine (nome di fantasia) giocava come sempre insieme ad altri bambini, poco distante dal ristorante gestito dai genitori, quando si è sentito insultato e strattonato per un braccio da un netino 55enne ubriaco. Noureddine, nove anni, è a tutti gli effetti italiano, nato da padre marocchino e mamma italiana. E di fronte alle offese e alle minacce a sfondo razziale, è scoppiato a piangere, visibilmente impaurito. L'aggressione ha fatto scattare la reazione dei presenti che hanno circondato l'uomo, attirando anche l'attenzione della polizia. Il 55enne è stato fermato e denunciato per i reati di minacce, lesioni personali aggravate dai futili motivi e dalla discriminazione. 

La pattuglia in servizio nel centro storico di Noto è intervenuta intorno alle 23 nella piazzetta XVI maggio, a due passi dal teatro comunale e in una zona dove la sera si affollano turisti e amanti della movida. Gli agenti hanno trovato l'uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica, mentre blaterava e gesticolava davanti a molte persone. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, il 55enne, senza nessun motivo, avrebbe cominciato a insultare il bambino che giocava a qualche decina di metri dal locale gestito dalla famiglia. «Perché venite qui? Tornatene al tuo paese», gli avrebbe urlato strattonandolo per il gomito. 

L'intervento della pattuglia ha evitato che l'uomo venisse aggredito dalla folla che nel frattempo si è radunata attorno a lui per difendere il bambino. Il piccolo, portato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni per la contusione al braccio. Anche il 55enne, già noto alle forze dell'ordine per atteggiamenti rissosi, ha dovuto ricorrere alle cure mediche per disintossicarsi dall'ubriacatura. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×