Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Niscemi, spari sia dai carabinieri che dal malvivente
Inseguimento dopo furto a rifornimento di Caltagirone

L'uomo potrebbe avere rubato soltanto denaro contante. All'interno del furgone andato a sbattere contro un'utilitaria con a bordo due persone non è stato trovato nulla. Impauriti gli occupanti dell'auto che si sono visti puntate le pistole dai militari. In paese in molti credono che il ladro non sia una persona del posto

Simone Olivelli

Cominciano a delinearsi i contorni di quanto accaduto la notte scorsa a Niscemi, centro del Nisseno al confine con la provincia di Catania. Erano le 4,30 quando in molti hanno sentito colpi di arma da fuoco. Gli spari sono arrivati a ridosso di un incidente tra un furgone, che ha imboccato una strada contromano, e un'utilitaria, una Fiat 600, con a bordo due persone.

Sul furgone si trovava un malvivente che, impossibilitato ad andare oltre, è sceso dal mezzo scappando a piedi. L'uomo, da decine di minuti, era inseguito da una pattuglia dei carabinieri di Caltagirone che lo avrebbe intercettato in un rifornimento di benzina della zona, intento a compiere un furto. La fuga avrebbe registrato momenti di tensione con spari da parte del malvivente all'ingresso di Niscemi, dove ad attendere l'uomo c'era anche un'auto della locale stazione dei carabinieri, mentre un supporto è arrivato da due auto appartenenti a un istituto di vigilanza, che hanno seguito la vicenda dalla zona industriale di Caltagirone fino al centro di Niscemi. Dove sono stati esplosi altri colpi, stavolta da parte dei carabinieri.

Al momento non è chiaro se l'uomo abbia preso l'uscita verso il centro famoso per la produzione di carciofi perché lì residente oppure nel tentativo di fare perdere le proprie tracce. In paese, in queste ore, si propende per la seconda ipotesi: sarebbe infatti interpretabile in quest'ottica l'avere preso una strada in controsenso, con il rischio - come peraltro accaduto - di ritrovarsi il cammino sbarrato da altre vetture.

Poco dopo i fatti, sul posto in cui è stato abbandonato il furgone si creato un capannello di persone. Impauriti i passeggeri dell'utilitaria contro cui ha sbattuto il furgone: nella concitazione del momento, infatti, pare che i carabinieri abbiano puntato anche verso di loro le pistole. Rimane ancora da definire, infine, l'entità del furto. Il furgone, infatti, è stato aperto dai militari ma all'interno non è stato trovato nulla. Ciò porta a pensare che il malvivente possa avere portato via soltanto contanti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×