Foto di: Cassandra Di Giacomo

Lavoro, il 20,9% dei siciliani è disoccupato
Preoccupa il dato riguardante i più giovani

Redazione

Cronaca – I dati sono stati diffusi oggi dall'Osservatorio Res. Le proiezioni sono leggermente migliori rispetto all'anno passato ma ben lontane dal consentire di affermare che la ripresa sia partita. Guardando al periodo tra 2007 e 2016, in Sicilia ci sono 162mila persone in più che non hanno un'occupazione

Se l'economia in Sicilia sembra essere ripartita - almeno per quanto riguarda i dati dei singoli settori - l'occupazione rimane ferma. È la fotografia che emerge dall'ultimo rapporto prodotto dall'Osservatorio Res

A preoccupare in particolare modo è la disoccupazione giovanile, con il dato isolano che è ben lontano dalle medie nazionali ed europee: infatti, a lavorare in Sicilia è circa un giovane su dieci, mentre nel Paese complessivamente uno su sei. Percentuale di occupazione giovanile che a livello europeo supera addirittura il 30 per cento.

Guardando al totale della popolazione attiva siciliana, il tasso di occupazione è invece del 40,1 per cento, ben lontano dal 57 per cento italiano e dal 67 per cento europeo. A essere disoccupato alla fine di quest'anno dovrebbe essere il 20,9 per cento della popolazione, con un leggero miglioramento rispetto al 2016. 

Il numero di persone senza lavoro in Sicilia, tra il 2007 e il 2016, è decisamente aumentato passando da 221mila a 383mila, con un incremento del 73 per cento. Cifre che, tuttavia, nel rapporto con le regioni hanno ridotto l'incidenza della Sicilia, che è passata dall'avere il 14,7 per cento dei disoccupati sul totale nazionale al 12,7 per cento.