Vittoria, brucia il terreno attorno all'ospedale
Fumo in corsia, problemi per medici e pazienti

Valentina Frasca

Cronaca – Stamattina le fiamme hanno divorato la zona piena di sterpaglie attorno alla struttura sanitaria. Gli utenti e il personale del pronto soccorso hanno avvertito problemi alla gola, agli occhi e nella respirazione. Un episodio che aumenta la frustrazione di chi lavora ogni giorno nell'ospedale, sotto organico

Fiamme nei terreni antistanti l’ospedale Guzzardi di Vittoria. Questa mattina un rogo ha interessato le sterpaglie che circondano il nosocomio e che non era stato ripulito. Intorno alle 10.30 sono intervenuti i vigili del fuoco e hanno riportato la situazione sotto controllo, ma il fumo ha invaso l’ospedale e la situazione è diventata davvero difficile negli angusti locali del pronto soccorso, che non hanno le finestre.

I pochi medici a disposizione, dunque, per tutta la mattinata hanno dovuto operare in condizioni al limite della sopportazione, vittime anche loro di malesseri dovuti all’inalazione del fumo. Una situazione incresciosa che si va ad aggiungere a quella già drammatica del presidio, con un organico ridotto all’osso, costretto a fornire un servizio indispensabile in un luogo che non è adatto ad accogliere le decine di migliaia di ingressi annuali che ne fanno il pronto soccorso più attivo in provincia di Ragusa.

Medici, infermieri e pazienti hanno avvertito problemi alla gola, agli occhi e nella respirazione. Il personale è veramente allo stremo, e quest’ennesimo grave disagio sofferto oggi aggiunge malcontento e rabbia. Alcuni, come segno dimostrativo, prendono in considerazione l'ipotesi di mettersi in malattia o chiedere le ferie, come gesto estremo per richiamare l’attenzione dei vertici dell’Asp e dell’assessorato regionale alla Sanità.