Chiudi ✖
15

Maxi evasione da 18 milioni tra Carlentini e Lentini
Società si appropriavano pure di cassa integrazione

Redazione

Cronaca – Sono otto le persone denunciate dalle Fiamme Gialle di Siracusa. I dipendenti sarebbero stati al centro di un sistema vessatorio: costretti a lavorare nonostante le aziende avessero chiesto e ottenuto i contributi per una falsa crisi finanziaria. Erogazioni di cui si sarebbero appropriati i vertici di quattro ditte attive nel settore delle calzature

Oltre 18 milioni di evasione, grazie anche al percepimento della cassa integrazione per i dipendenti. Contributi che venivano estorti ai propri dipendenti, pena il licenziamento. La presunta maxi-truffa scoperta dalla guardia di finanza di Siracusa si sarebbe svolta anche così. Protagoniste quattro società attive nella produzione di calzature tra Lentini e Carlentini, che avrebbero costituito un vero e proprio sodalizio dedito a truffare l'Erario e l'Inps

Sono otto le persone denunciate dalle Fiamme Gialle. L'indagine è nata nel 2014 e si è conclusa nelle scorse settimane. Gli investigatori hanno scoperto anche 62 lavoratori in nero. Gli operai sarebbero stati al centro di un sistema vessatorio che, tra il 2009 e il 2011, li ha visti continuare a lavorare per le aziende nonostante le stesse avessero denunciato crisi finanziarie tali da ottenere dagli enti pubblici i sussidi economici per integrare o sostituire le retribuzioni dei lavoratori. Questi ultimi, invece, sarebbero stati costretti a continuare il proprio impiego fino a quando, concluso il periodo di erogazione della cassa integrazione, le società non hanno realmente proceduto al licenziamento collettivo

A essere coinvolto anche un commercialista che avrebbe favorito il rilascio di false attestazioni per chiedere il concordato preventivo con l'obiettivo di tutelare i beni societari e dei soci dalla possibile accusa di bancarotta fraudolenta. Le accuse per gli indagati sono di estorsione, truffa, associazione per delinquere finalizzata alla truffa, appropriazione indebita, omesso versamento di contributi previdenziali, responsabilità amministrativa degli Enti.