A tutto volume, scrittori tra le strade di Ragusa
Tre giorni tra incontri, reading, cucina e corsa

Giorgia Lodato

Cultura e spettacoli – Sarà una tre giorni all’insegna della cultura e del divertimento, con oltre quaranta incontri e ospiti d’eccezione come Serena Dandini, Lisa Hilton, Gad Lerner, Piero Dorfles e Folco Terzani. «Valorizziamo il nostro patrimonio attraverso libri e autori», spiega l’organizzatore Alessandro Di Salvo

È tutto pronto a Ragusa per l’ottava edizione di A tutto volume, festival letterario a ingresso gratuito nato nel 2010 dal desiderio di Alessandro Di Salvo e Roberto Ippolito di fare uscire scrittori, intellettuali e giornalisti da librerie e biblioteche per portarli in strada, in mezzo alla gente.

Come accadrà dal 16 al 18 giugno, quando oltre quaranta appuntamenti si susseguiranno nel capoluogo siciliano. «Ragusa con le sue piazze, palazzi e vicoli inseriti tra i beni dell'Unesco si presta molto a questo scopo - osserva Di Salvo a MeridioNews - che valorizza il nostro patrimonio, non attraverso musica e giocolieri, ma libri e autori». Una formula vincente che ha fatto crescere anno dopo anno non solo l'evento in sé, ma anche il turismo che ruota attorno ad esso. Sono migliaia, infatti, i visitatori anche stranieri che partecipano con interesse ai reading e agli incontri con gli autori. Ce ne sono tanti anche nel programma di questa edizione, per approfondire numerosi argomenti. Dalla cucina alla filosofia, dalla narrativa alla giustizia, passando per gastronomia, scuola, storia e archeologia.


Evento d’apertura l'incontro fra Serena Dandini e Paolo di Paolo intitolato Scrivere, camminare, fiorire, in cui verranno approfondite le passioni dell’autrice romana. La scrittura in primis, ma anche viaggi - è amante di Roma e Parigi - e giardinaggio. Ospite internazionale la scrittrice inglese Lisa Hilton, che presenterà per la prima volta in Italia Domina, secondo volume della trilogia inaugurata con il best seller Maestra, pubblicato in quarantadue Paesi e che in Italia ha venduto più di centomila copie.

A chiudere la tre giorni Gad Lerner e Piero Dorfles che si confronteranno, durante un incontro inedito organizzato in piazza Duomo a Ibla, su Cultura, web e democrazia indagando sul concetto di informazione e il rischio di bufale ai giorni nostri. Tra le novità di quest’anno la presenza di quattro direttori ospiti che hanno affiancato l’ideatore e promotore della manifestazione nella stesura del programma. «Massimo Cirri, Antonio Calabrò, Paolo Di Paolo e Loredana Lipperini hanno scelto un autore da condurre durante gli incontri, tra cui Mauro Covacich, inserito da pochi giorni come finalista del premio Campiello, e Antonella Lattanzi, autrice femminile rivelazione del 2017».

La manifestazione - organizzata dalla Fondazione degli Archi in collaborazione con diversi sponsor e inserita tra gli eventi del Superfestival lanciato dal Salone del Libro di Torino per mettere insieme il meglio delle manifestazioni che producono cultura in tutta Italia - accoglie ogni anno anche eventi collaterali. La sezione Extra volume, per esempio, è dedicata ai piccoli editori indipendenti e alle realtà locali che hanno la possibilità di condividere le loro attività. Domenica pomeriggio verrà presentato il libro di cucina dello chef Andy Luotto, che al termine dell’incontro cucinerà per gli scrittori e per il pubblico, mentre Folco Terzani, che racconta il piacere di correre, partirà con i più temerari per una corsa in centro città.

«Anche queste iniziative sottolineano lo spirito del festival del libro - chiarisce Di Salvo - che promuove il gioco e il divertimento con l’obiettivo di sdoganare l’idea della cultura poco divertente, che guarda dall’alto al basso e non è accessibile a tutti».