Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Trapani, arrestato il candidato sindaco Fazio
Misura anche per l'armatore Ettore Morace

Dopo la richiesta di obbligo di dimora per Antonio D'Alì, un'altra notizia sconvolge la campagna elettorale del capoluogo: il provvedimento cautelare per il deputato e per l'imprenditore, oltre che per un funzionario della Regione, sarebbe scattato per presunte tangenti nei finanziamenti per il trasporto marittimo. In aggiornamento

Redazione

Bufera sulla campagna elettorale a Trapani. È stato arrestato stamattina Girolamo Fazio, candidato sostenuto da una parte del centrodestra per la corsa a sindaco del capoluogo, nonché deputato regionale. Insieme a lui la misura cautelare è scattata anche per Ettore Morace, armatore e amministratore delegato di Liberty Lines, nonché figlio di Vittorio Morace, patron del Trapani calcio. Tra le accuse contestate c'è la corruzione in una vicenda che riguarderebbe finanziamenti nel settore del trasporto marittimo.

La misura cautelare è stata disposta dal gip del Tribunale di Palermo su richiesta della locale Procura della Repubblica. Arrestato anche il funzionario della Regione siciliana Giuseppe Montalto. L'operazione denominata Mare Nostrum è stata eseguita dai carabinieri di Palermo e Trapani. 

La notizia piomba sulla campagna per le amministrative a Trapani, già scossa dalla richiesta, resa nota ieri, dell'obbligo di dimora per il senatore Antonio D'Alì, l'altro candidato del centrodestra, avanzata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Per la Dda, alla luce della sentenza di appello nel processo per concorso esterno alla mafia, D'Alì sarebbe un soggetto socialmente pericoloso.

Fazio, imprenditore del settore vinicolo, è stato sindaco di Trapani fino al 2012. Ex alleato del senatore D'Alì, ora suo concorrente alle prossime amministrative, ha poi lasciato Forza Italia. La famiglia Morace, da sempre vicina a Fazio, gestiva la compagnia di traghetti Ustica Lines da cui è nata la Liberty Lines che collega Trapani alle isole minori. Anne Marie Collart in Morace, la moglie del patron della compagnia, Vittorio Morace, padre dell'arrestato, è nella lista degli assessori designati da Fazio.

I dettagli dell’operazione Mare Nostrum verranno resi noti dalla Procura della Repubblica, insieme ai carabinieri, in un incontro con i giornalisti che si terrà nella biblioteca della stessa Procura, con inizio alle ore 11.30.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×