Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Treni, confermata la chiusura della Catania-Siracusa
No a soluzione dei sindacati, per Rfi è troppo costosa

Fumata nera ieri all'incontro tra Ferrovia e Cgil per trovare un'alternativa all'annunciata chiusura, per la seconda estate consecutiva, della tratta tra i due capoluoghi. «I cantieri mobili consentirebbero di mantenere in vita la linea», dicono dal sindacato. Proposta che però è stata respinta 

Andrea Castorina

Continua a far discutere la chiusura estiva della ferrovia Catania-Siracusa. Così come annunciato, dal 18 giugno al 10 settembre sulla linea non circoleranno i treni per permettere a Rete Ferroviaria Italiana di eseguire gli interventi di velocizzazione e manutenzione avviati in parte lo scorso anno.

Ieri mattina nel capoluogo aretuseo si è tenuto un vertice tra le sigle sindacati e Ferrovie dello Stato in cui i rappresentati dei lavoratori hanno ribadito la propria contrarietà alla scelta attuata da Rfi che, a loro dire, avrà evidenti ricadute per la mobilità e l'economia del territorio.

«Non siamo assolutamente soddisfatti dell'incontro - spiega la segretaria provinciale Cgil Vera Uccello -. È evidente il rischio che la linea possa rimanere interdetta al traffico oltre i tempi previsti o addirittura chiudere definitivamente. Non capiamo la scelta di programmare i lavori in piena estate, stagione che richiama migliaia di turisti nella provincia siracusana».

E proprio per limitare al massimo i disagi, i sindacati hanno proposto un piano alternativo. «Rfi ha ribadito l'intenzione di chiudere l'intera tratta - precisa Uccello -, ma è invece possibile intervenire con cantieri mobili, interrompendo la circolazione solo nei tratti interessati dai lavori. Ciò consentirebbe di mantenere in vita la linea, salvaguardando l'importante servizio di trasporto».

Sulla questione Rfi avrebbe però confermato la scelta di chiudere interamente la linea ferrata per ottimizzare i costi dell'intervento. L'alternativa proposta dai sindacati sarebbe infatti più onerosa per le Ferrovie. In particolare, i lavori di velocizzazione riguarderanno la tratta Catania-Lentini-Agnone dove saranno previsti interventi all'armamento e all'infrastruttura. Mentre tra Augusta e Siracusa verranno eseguiti lavori di riammodernamento.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si vota in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Chiamati alle urne anche cinque Capoluoghi: Catania, Messina, Siracusa, Ragusa e Trapani. Sfide importanti anche in altri 13 centri superiori ai 15mila abitanti, dove è possibile ...

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Elezioni Politiche 2018

Il 4 marzo si vota per il rinnovo di Camera e Senato. In Sicilia possibile testa a testa tra centrodestra e M5s

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×