Chiudi ✖
15

Orlandina, il sold out non basta
Milano vince Gara 3 per 80-94

Luca Di Noto

Sport – I campioni d’Italia espugnano il PalaFantozzi e adesso conducono la serie per 2-1. I paladini giocano un’ottima gara e poi crollano nell’ultimo quarto. Giovedì in programma Gara 4, sempre in Sicilia

Non basta un’ottima prestazione alla Betaland Capo d’Orlando per tornare avanti nella serie contro l’Olimpia Milano. I campioni d’Italia dell’Emporio Armani EA7 si impongono sul parquet di un PalaFantozzi tutto esaurito con il punteggio di 80-94 dopo una gara per lo più equilibrata e dominata dai lombardi soltanto nell’ultima frazione. Adesso ai siciliani servirà un successo giovedì per regalarsi la “bella” al Forum di Assago.

Gli ospiti partono subito col piglio di chi vuole dominare il match per recuperare il fattore campo: vanno a segno Simon e Raduljica, ma i siciliani non stanno a guardare e rispondono con Tepic e Ivanovic. Botta e risposta da tre, Hickman da una parte, Diener dall’altra, la sfida è equilibrata e il tabellone segna 13-15. Iannuzzi porta il risultato in parità, Berzins e Tepic trovano il +4, ma prima della sirena arrivano la risposta di Cinciarini e il canestro di Tarczewski per il 19-20. Nella seconda frazione, subito sorpasso e controsorpasso: prima va a segno Diener, al quale rispondono Kalnietis e Abass. La Betaland è chirurgica dalla lunetta e trova il +3 sul 34-31, ma la gara è molto tirata e i milanesi tornano avanti grazie al solito Simon. Prima dell’intervallo lungo, Iannuzzi va a segno dal pitturato e Nicevic non fallisce dalla sua mattonella, per il 45-40 sul quale si arriva a metà gara.

Al rientro sul parquet, l’Orlandina dapprima mantiene i cinque punti di vantaggio: prima va a segno Delas, poi risponde Pascolo. L’Olimpia si porta a due sole lunghezze con Raduljica e poi trova un mini-break di 5-0 con Berzins. Il sorpasso arriva con la tripla di Hickman e i punti di Pascolo, dopo i quali Milano cerca la fuga, ma Kikowski accorcia le distanze e dimostra che i paladini sono ancora vivi. Raduljica completa un gioco da tre punti per il 62-66, Macvan allunga ancora, ma i siciliani si riportano sul -5. L’ultimo quarto è aperto dai punti di Iannuzzi che valgono il 66-69, Delas accorcia ancora, ma una bomba di Macvan ricaccia indietro i siciliani. Milano torna presto a tre possessi di vantaggio e riesce a gestire abbastanza tranquillamente. Gli ospiti a questo punto sembrano averne di più, Macvan regala il +11 con una tripla, Kalnietis aggiorna il conto con il canestro del 75-88. Kikowski e Tepic provano disperatamente a riportare in partita l’Orlandina e trovano il -8, ma nel finale Kalnietis sigla l’ultimo canestro per il definitivo 80-94.

Betaland Capo d'Orlando-Emporio Armani EA7 Milano
Parziali
: 19-20, 26-20, 19-29, 16-28

Betaland Capo d’Orlando: Tepic 11, Kikowski 7, Ivanovic 16, Laquintana 3, Delas 11, Iannuzzi 10, Nicevic 2, Berzins 11, Diener 9. Coach: Di Carlo.

Emporio Armani EA7 Milano: Macvan 12, Simon 18, Abass 2, Kalnietis 13, Cinciarini 9, Raduljica 14, Hickman 11, Tarczewski 2, Pascolo 13, Mclean 0. Coach: Repesa.