Chiudi ✖
15

Basket: capolavoro Orlandina, espugna Milano
Sconfitta l'Olimpia nella prima gara dei playoff

Luca Di Noto

Sport – Contro ogni pronostico, i paladini sbancano il Forum di Assago, grazie a una grandissima prestazione e resistendo anche al tentativo di rimonta operato nel finale dai campioni d’Italia dell'Olimpia

Prova spettacolare della Betaland Capo d’Orlando che, da vera e propria Cenerentola di questi playoff, si impone in Gara 1 sul parquet dei campioni d'Italia dell’Olimpia Milano. I siciliani, dunque, conducono adesso la serie per 0-1 al di là di ogni pronostico.

Ottima partenza per l’Orlandina che trova le bombe di Diener e Ivanovic, seguite dal canestro di Delas per lo 0-8 iniziale. Milano sbaglia tanto da tre e i primi punti portano la firma di Macvan, poi l’Olimpia prova a riavvicinarsi, ma I siciliani volano sul +10 (8-18). Il primo parziale si chiude sul 10-18, ma l’inizio di secondo quarto dei padroni di casa è veemente: i biancorossi accorciano fino a trovare il pari a quota 23 con Raduljica e Hickman, ma Nicevic riporta subito i suoi avanti. Simon dà poi il primo vantaggio a Milano con la tripla che vale il 28-27, ma a questo punto Ivanovic e Kikowski ribaltano il risultato. La Betaland tiene, scava un solco di sei punti e all’intervallo lungo il risultato è di 33-39.

Al rientro sul parquet, i siciliani ritrovano la doppia cifra di vantaggio con Iannuzzi e Ivanovic, ma McLean riporta in corsa i milanesi. Simon e Hickman accorciano ancora, poi è Tepic a prendersi la scena, prima con una bomba e dopo con un assist per Kikowski che vale il +7. Archie realizza poi due triple per il 47-60, Macvan accorcia ma Delas e Diener trovano il +15 e il terzo periodo va agli archivi sul 51-64. Nell’ultimo quarto, Milano continua a essere in difficoltà, ma riduce il gap con Pascolo e Cinciarini. Un gioco da tre punti di Delas vale il nuovo +10, ma ancora Cinciarini e Pascolo trovano i canestri che valgono il momentaneo 66-72. Tepic dalla lunetta e poi con una tripla trova il +11, ma l’Olimpia accorcia ancora con Hickman, McLean e Pascolo. I biancorossi si portano sul -3, il nuovo allungo paladino arriva con Delas, Diener e Ivanovic per il +8. È questo lo strappo decisivo che vale poi il definitivo 80-87 con la schiacciata finale di Iannuzzi.

EA7 Emporio Armani Milano–Betaland Capo d’Orlando 80-87

Parziali: 10-18; 33-39; 51-64

EA7 Emporio Armani Milano: McLean 9, Fontecchio, Hickman 13, Kalnietis 5, Raduljica 2, Macvan 8, Pascolo 24, Tarczewski 2, Cinciarini 6, Abass, Cerella ne, Simon 11. All. Repesa.

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Ihring, Tepic 17, Iannuzzi 18, Laquintana 2, Nicevic 2, Kikowski 11, Delas 10, Diener 6, Donda ne, Ivanovic 13, Archie 8. All. Di Carlo.