Basket, Orlandina va ko anche a Sassari
Derby siciliano: Agrigento batte Trapani

Luca Di Noto

Sport – La squadra paladina è alla quarta sconfitta consecutiva e adesso rischia di uscire dalla zona play-off. In A2 il derby premia la Fortitudo che resta quarta, mentre i granata scivolano in decima posizione

Si è concluso un altro weekend ricco di appuntamenti per le squadre siciliane di basket.

Serie A
Banco di Sardegna Sassari-Betaland Capo d’Orlando 74-64
Ennesima sconfitta, la quarta consecutiva, per l’Orlandina che resta settima in classifica con due punti di vantaggi su Pistoia e Brindisi. Il rischio di vedere sfumare i play-off è adesso concreto, e per evitare di vanificare una stagione eccezionale fino a qualche settimana fa bisognerà cambiare marcia. I padroni di casa partono subito forte con Stipcevic e Carter, ma i siciliani rispondono con un break di 13 punti, che permette loro di chiudere avanti alla prima sirena per 16-20. Nel secondo periodo, la Betaland trova il +8 prima e il +11 poi, ma Sacchetti riavvicina la Dinamo fino al -5, con il risultato che a metà gara è di 33-38. Al rientro sul parquet, Bell trova due bombe e porta avanti i sardi. Punti importanti arrivano anche da Pasquini e Carter, con i sassaresi che alla terza sirena conducono per 57-50. Nell’ultimo periodo, i siciliani non sono mai pericolosi, complici i punti realizzati da Carter e Stipcevic per i padroni di casa. Al PalaSerradimigni termina 74-64.

Serie A2
Fortitudo Agrigento-Pallacanestro Trapani 76-72
Terzo successo consecutivo per la squadra di coach Ciani che in un derby stupendo batte i conterranei. A partire forte sono gli ospiti con Tavernelli e Renzi, ma i biancazzurri reagiscono con Buford. Trapani trova punti con Mays, poi arriva la tripla di Zugno e una magia di Piazza che fa carambolare il pallone sulla schiena di Mays sempre per Zugno, che chiude il primo quarto sul 19-15. Parziale e controparziale in campo, Ferraro sigla il nuovo +4 per gli agrigentini, poi la gara continua su un’intensità altissima. La sfida è equilibrata, ma Bucci sigla il 37-33 a metà gara. Le squadre rientrano in campo e Agrigento trova il +9 grazie a Buford, ma Trapani non fa scappare gli avversari anche grazie alla tripla di Tavernelli. Ducarello sprona i suoi e i granata riescono nella rimonta, terminando il terzo quarto sul 54-54. Nell’ultimo quarto è Zugno a rompere l’equilibrio, poi ripristinato dal 2/2 di Renzi dalla lunetta. Trapani si porta avanti, ma Evangelisti risponde firmando il 60-60. I liberi portano avanti i padroni di casa, Bell Holter porta i suoi sul +6, ma un parziale di quattro punti degli ospiti rimette tutto in discussione. Nel finale Agrigento gestisce bene i possessi e la gara termina 76-72.