15

Basket, l’Orlandina cade anche a Pistoia
Ragusa vola: adesso è semifinale play-off

Luca Di Noto

Sport – Paladini alla terza sconfitta consecutiva. In A2, successi per Fortitudo Agrigento, sul campo dell’Eurobasket, e Trapani in casa con Reggio Calabria. Nel femminile la Passalacqua, dopo aver vinto gara 1 in trasferta, batte ancora tra le mura amiche Fila San Martino. Adesso la sfida contro Schio

Si è concluso un altro weekend ricco di appuntamenti per le squadre siciliane di basket.

Serie A
The Flexx Pistoia-Betaland Capo d’Orlando 75-59
Terza sconfitta consecutiva per l’Orlandina che scende ancora in classifica e adesso occupa la settima posizione. Avvio horror per la squadra toscana, con la Betaland che comincia a costruire un piccolo vantaggio, anche grazie a una tripla di Ivanovic. Si segna poco nella prima frazione e alla prima sirena il punteggio è di 14-17. Nel secondo periodo, la Betaland perde quattro palloni velenosi e i pistoiesi piazzano un parziale di 13-2 che vuol dire 27-19. Sette punti consecutivi dei siciliani riportano i paladini a contatto, ma due triple di Petteway e i punti di Galveston fanno sì che a metà gara il tabellone segni 39-32. Al rientro sul parquet pochi canestri, ma Jenkins e Lombardi portano comunque la squadra di casa sul +10. Pistoia non concede tiri semplici all’Orlandina e Moore e Boothe allungano sul +15. Una tripla di Delas scuote leggermente l’Orlandina, ma alla terza sirena i pistoiesi conducono 57-45. L’ultimo quarto vede l’allungo di Pistoia sul +19, poi Diener piazza cinque punti di fila, ma Jenkins mette a referto cinque liberi consecutivi e chiude la contesa sul 75-59.

Serie A2
Eurobasket Roma-Fortitudo Agrigento 64-79
Siciliani corsari al PalaTiziano di Roma: i biancazzurri espugnano il parquet dell’Eurobasket e salgono a quota 32 punti, in quarta posizione in classifica. Partono meglio i capitolini, prima che una bomba di Piazza ne interrompa la serie utile. Agrigento va a sprazzi, ma un’altra tripla di Piazza segna il sorpasso dei siciliani sul 14-16. La Fortitudo chiude il primo quarto sul 22-24, poi nella seconda frazione i siciliani scappano sul +9. Roma è tenuta in piedi da Easley, ma prima dell’intervallo la bomba di Zugno e due triple consecutive di Righetti aggiornano il punteggio sul 41-44. Al rientro sul parquet, l’Eurobasket continua ad andare a segno con Easley, ma perde Deloach al secondo antisportivo. Il punteggio resta in standby fin quando la tripla di Evangelisti riporta Agrigento sul +6, poi i punti di Chiarastella e un’altra tripla di Evangelisti inaugurano l’ultimo quarto. La Fortitudo scappa sul +9, De Laurentiis firma addirittura il +14. Malaventura prova a ridurre il gap, ma Chiarastella trova ancora il canestro per il +18. Alla fine, il punteggio è di 64-79.

Pallacanestro Trapani-Viola Reggio Calabria 89-73 Successo fondamentale per la squadra di coach Ducarell che tiene vive le speranze di approdare ai playoff. In avvio di match, Viglianisi realizza otto punti in cinque minuti, poi Reggio va a segno con le triple di Caroto e Powell per il momentaneo 11-13. I calabresi allungano sul +7, ma le triple di Filloy e Tavernelli riportano i granata a un possesso di distanza: alla prima sirena il punteggio è di 18-21. Viglianisi riporta subito i granata sul -1 in avvio di seconda frazione, poi Trapani trova i punti di Crockett, ma in difesa non è perfetta e Reggio allunga sul 24-32. I calabresi vanno anche sul +11, poi Trapani trova un parziale di 10-0 che riporta i siciliani a contatto, prima di arrivare all’intervallo in vantaggio per 38-36. Nel terzo periodo, Trapani appare più dinamica e i punti di Crockett, Tavernelli e Renzi valgono il 53-45. Reggio prova a restare agganciata, ma alla terza sirena i siciliani conducono per 65-52. L’ultimo quarto vede un paio di triple di Voskuil che comunque non mettono paura a Trapani. A tenere i siciliani avanti sono sempre i soliti Renzi, Tavernelli e Crockett, che segnano l’allungo sul 78-62 a cinque minuti dal termine. Negli ultimi minuti la sfida è già decisa e arrivano canestri utili soltanto per le statistiche, con l’89-73 alla sirena finale.

Serie A1 femminile
Virtus Eirene Ragusa-Fila San Martino 61-55
Dopo aver vinto in trasferta gara 1, la Passalacqua si aggiudica anche gara 2 ottenendo il pass per le semifinali playoff, dove affronterà Schio. A partire meglio sono le venete che si portano subito sul +8, poi Ragusa comincia a entrare in partita e impatta sul pari a quota 10 grazie alle triple di Vanloo e Ndour. Sulciute e Fassina tengono avanti il Fila e alla prima sirena il punteggio è di 14-19. Nel secondo periodo, le squadre fanno fatica in attacco, San Martino si tiene a distanza di sicurezza ma Ndour riduce le distanze a un possesso, 22-25, punteggio sul quale le giallonere mantengono il vantaggio all’intervallo. Nella terza frazione si riparte con la tripla di Sulciute, poi Consolini trova il pari a quota 30. Il Fila poi si riporta avanti con la solita Sulciute e con la tripla di Gianolla, ma le siciliane sono ancora vive e alla terza sirena il punteggio è di 39-41. L’ultimo quarto si apre con il pari di Ndour, poi la stessa giocatrice trova un gioco da tre che vale il primo vantaggio per le siciliane. Le biancoverdi subiscono il ritorno del Fila con Ivezic e Bailey, poi Valerio allunga prima sul 50-45 e poi sul 55-48. San Martino ci prova ancora, poi la bomba di Vanloo chiude i giochi sul 61-53, prima dell’ultimo canestro veneto che vale il definitivo 61-55.