Basket, Orlandina a Pistoia per tornare a vincere
Ragusa cerca qualificazione a semifinale playoff

Luca Di Noto

Sport – I paladini puntano al riscatto dopo due sconfitte consecutive. In A2 Agrigento e Trapani sperano di recuperare punti pesanti in chiave playoff. Nel femminile, le iblee possono battere San Martino di Lupari e superare il turno

Altro weekend ricco di appuntamenti per le squadre siciliane di basket.

Serie A
Dopo due sconfitte consecutive, la Betaland Capo d’Orlando vuole tornare a fare punti importantissimi in chiave classifica per quello che sarà il posizionamento finale nella griglia dei play off. Domenica sera alle ore 20,45 i siciliani saranno di scena sul parquet del The Flexx Pistoia, squadra al momento ottava in classifica. L’obiettivo è quello di cercare di guadagnare qualche posizione da qui a fine campionato, con la regular season che si avvia verso la conclusione. Il coach dei biancazzurri, Gennaro Di Carlo, ha presentato così la gara: «Cercheremo di giocare meglio rispetto alle ultime gare. A Pistoia sarà una partita complicata, mi aspetto tanta sostanza e concentrazione per tutta la gara. Credo ancora di più nei miei ragazzi dopo le ultime due sconfitte». A sottolineare l’importanza del match, in conferenza stampa a parlare è stato anche il capitano Sandro Nicevic: «Ci siamo allenati a un livello ancora più alto questa settimana. Sarà una bella gara, vogliamo portare a casa due punti da Pistoia. Dovremo essere bravi a trovare le contromisure adatte».

Serie A2
Gara insidiosa per la Fortitudo Agrigento che sarà impegnata sul campo dell’Eurobasket Roma. I biancazzurri, quinti in classifica a tre giornate dal termine, devono assolutamente blindare la qualificazione ai play off, con la speranza di piazzarsi ancora meglio rispetto alla situazione attuale. La sfida è in programma domenica alle 18,00 e i due roster saranno al completo, con i siciliani che ritrovano Rino De Laurentiis dopo l’infortunio al ginocchio. «Loro sono cambiati rispetto alla gara di andata – spiega il coach biancazzurro Franco Ciani –, quando giocarono senza Righetti e proprio in casa nostra si infortunò Bonessio. Con Iannilli, Micevic e Giampaoli sono profondamente cambiati, a livello di equilibri tattici. Hanno una squadra molto esperta, che sa interpretare le situazioni tattiche. Il tasso di esperienza di un roster con Stanic, Deloach, Righetti, Malaventura, Easley e tutti gli altri ci dice che dovremo essere noi ad avere intensità, aggressività e ritmo, perché al loro passo sono una delle squadre più forti a livello di talento ed esperienza».

Gara interna per la Pallacanestro Trapani che ospiterà al PalaConad la Viola Reggio Calabria, squadra in cerca di punti salvezza. I granata possono ancora sperare nella qualificazione ai play off, ma al momento sono noni e serve fare bene nelle ultime tre gare per rientrare nel novero delle otto squadre che andranno a comporne la griglia. «Sicuramente ci aspetta una gara difficile – spiega l’assistant coach di Trapani, Matteo Jemoli – in quanto Reggio Calabria nelle ultime partite sembra aver ritrovato equilibrio e serenità. Sono una squadra che si affida molto al talento della sua coppia americana che è sia capace di realizzare in qualunque momento ma che è altrettanto brava a smazzare assist per i compagni che rappresentano un buon supporting cast, composto da giocatori esperti e da giovani di buone speranze. Da parte nostra dovremo limitare la loro pericolosità offensiva cercando di colpirli nei loro punti deboli; dovremo dimenticare la brutta prestazione di domenica scorsa a Siena e provare ad agguantare definitivamente una posizione per la post season». Un’assenza per parte: tra i siciliani a mancare sarà Tommassini, alle prese con un’infrazione alla clavicola sinistra, mentre tra i calabresi mancherà l’infortunato Baldassarre.

Serie A1 femminile
In settimana si è giocata gara 1, vinta dalla Virtus Eirene Ragusa in trasferta. Sabato sera alle 20,30 le iblee hanno l’occasione di chiudere i conti nel secondo round dei quarti di finale dei play off e di staccare il pass perle semifinali. Di fronte alle biancoverdi, ancora una volta, la Fila San Martino di Lupari, vera e propria rivelazione della stagione che ha concluso il campionato al quarto posto. Se a imporsi saranno le padovane, mercoledì 12 aprile si giocherà la “bella” in terra veneta. Il coach Gianni Recupido ha sottolineato l’importanza del match: «È chiaro che a questo punto la nostra intenzione è quella di chiudere la serie. Ovviamente sappiamo molto bene che non sarà facile, perché ci aspetta un’altra battaglia proprio come quella che abbiamo appena disputato. La partita di mercoledì complessivamente è stata molto bella, io credo che si siano divertiti i tifosi di entrambe le squadre ed in genere gli appassionati di questo sport, ma è chiaro che non possiamo subire 81 punti». A questo punto il tecnico si concentra sulla sfida del PalaMinardi, dando alle sue ragazze la ricetta vincente. «Sabato dovremo stare attenti perché sono una squadra che non molla mai, non si arrendono, hanno battuto Schio, hanno battuto due volte noi in campionato e in generale con le grandi squadre hanno giocato sempre bene e fanno un bel basket».