Agira, il piccolo Mario stava giocando alla villa
«Caduto da una scala antincendio da 3 metri»

Giuliana Scillia

Cronaca – È morto battendo la testa al suolo. Il bambino di dieci anni era andato a recuperare il pallone nel cortile attiguo al liceo linguistico Abramo Lincoln. Inutile la corsa in elisoccorso all'ospedale Cannizzaro. Non è stata disposta l'autopsia

Torna a casa il corpo del piccolo Mario, morto ieri ad Agira mentre giocava a pallone con i suoi amici. L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio. «Il bambino giocava a pallone all’interno di un campetto di calcio della villa comunale assieme ad alcuni compagni - spiega il tenente dei carabinieri Francesco Marino, che ha guidato le indagini - quando il pallone è terminato oltre la recinzione, nel cortile dell’attiguo liceo linguistico Abramo Lincoln (conosciuto anche come Martin Luther King ndr). Nel tentativo di recuperarlo, ha scavalcato la recinzione ed è caduto dalla scala antincendio esterna all’istituto da un’altezza di quasi tre metri, battendo violentemente la testa al suolo».

I compagni di giochi hanno chiesto aiuto e tempestivamente è stato chiamato il 118 che a sua volta ha allertato i militari dell'Arma. Ad aspettarli, sul posto, c'era già una folla di persone. «I soccorsi sono stati immediati, ma il bambino versava in condizioni critiche», sottolinea il tenente . Trasportato in elisoccorso con codice rosso all’ospedale Cannizzaro di Catania, è giunto intorno alle 19, ed è stato subito preso in carico dall’equipe del trauma center. Ma per il piccolo Mario non c’è stato nulla da fare. È morto un’ora dopo.

Il bambino frequentava la scuola elementare E. Morina, dove al momento il dirigente è in riunione con psicologi e docenti. Maggiore di tre figli, lascia la famiglia e un intero paese in lutto. «Qui ci conosciamo tutti, è stata una tragedia per l’intera cittadinanza. Aveva ancora tutta la vita davanti – raccontano due signore residenti ad Agira – siamo distrutti, non ci sono parole». Non essendo stata disposta l’autopsia, la salma del piccolo verrà trasportata oggi da Catania ad Agira e restituita alla famiglia. I funerali si terranno domani pomeriggio.