Enna, sequestrati duemila prodotti pericolosi
Tra giocattoli, vestiti e articoli per la casa

Giuliana Scillia

Cronaca – Agli esercenti di Leonforte e Regalbuto, entrambi di nazionalità cinese, sono state inoltre applicate sanzioni per oltre quattromila euro per vendita irregolare di merce non conforme. I prodotti verranno distrutti non appena la Camera di Commercio disporrà la misura definitiva

Oltre duemila prodotti pericolosi per la salute sono stati sequestrati dalle Fiamme gialle della Compagnia di Enna in due distinte operazioni a Leonforte e Regalbuto. I provvedimenti hanno riguardato centinaia di giocattoli per bambini, capi di abbigliamento, articoli per la cura della persona e per la casa, realizzati con materiali scadenti e venduti sottocosto. Tra questi, gli onnipresenti prodotti a marchio contraffatto Sholl.

Agli esercenti, entrambi di nazionalità cinese, sono state inoltre applicate sanzioni per oltre quattromila euro per vendita irregolare di merce non conforme. I prodotti verranno distrutti non appena la Camera di Commercio disporrà la misura definitiva. «I sequestri sono avvenuti durante ordinarie attività di controllo del territorio - spiega il Capitano Roberto Russo - ma è ovvio che monitoriamo maggiormente determinate tipologie di esercizi commerciali che riteniamo più a rischio, come per l’appunto quelli che trattano prodotti come i giocattoli destinati ai più piccoli».

Solo poche settimane fa era stata conclusa dallo stesso comando provinciale di Enna l’operazione Pureblack che portò all’individuazione e al sequestro di migliaia di piastrelle da pavimentazione altamente tossiche poiché contenenti metalli pesanti. «Mentre a breve finalizzeremo il lavoro del passato 2016 con l’imminente distruzione di oltre quattromila prodotti – continua il capitano – proseguiamo il nostro lavoro di controllo serrato per tutelare i consumatori e i venditori onesti».