Immensa Orlandina: adesso è quarta
Ko Agrigento e Trapani, bene Ragusa

Luca Di Noto

Sport – La Betaland continua a sognare e si mantiene a due soli punti dalla seconda posizione. In A2 brutte sconfitte per i granata e per la Fortitudo, mentre nel femminile le iblee vincono uno scontro diretto

Si è concluso un altro weekend ricco di appuntamenti per le squadre siciliane di basket.

Serie A
Vanoli Cremona-Betaland Capo d’Orlando 82-86
Successo in rimonta per l’Orlandina che stacca Trento e Sassari al quarto posto restando a due soli punti dalla seconda posizione. Parte subito forte la squadra ospite che infila diversi canestri consecutivi grazie a Diener e Ivanovic. Cremona resta in partita grazie ai punti di Harris e Biligha, Laquintana mette dentro due liberi ma Mian dalla lunga distanza fissa il punteggio finale sul 22-18 alla prima sirena. Nella seconda frazione la squadra di casa trova un parziale di 7 a zero grazie ai punti di Biligha e Turner. Tepic riesce a scuotere la retina e Archie con 8 punti di fila riduce le distanze per Capo d'Orlando. A trovare la parità e la Quintana a quota 33 ma poi la squadra lombarda si riporta avanti nel punteggio grazie a Odom e si arriva così a metà gara sul 39-35. Il terzo periodo è contrassegnato da un avvio indiavolato della Vanoli che si porta subito sul +9. I paladini restano in partita grazie ai punti di Diener e Stojanovic, provando anche punti importanti con Delas e Iannuzzi. La squadra di casa però più chiude la terza frazione sul +10, 62-52. Nell'ultimo quarto Cremona trova 5 punti di fila, ma Capo d'Orlando costruisce un break importante e si porta subito sul -6. La rimonta siciliana continua ed è Ivanovic a portare in vantaggio la propria squadra con una tripla. Gli ospiti riescono addirittura ad allungare con i punti di Laquintana, Ivanovic e Archie; Cremona non vuole arrendersi ma prima Turner e poi Harris sbagliano i tentativi dall'arco. A chiudere i conti e Odom dalla lunetta che fissa il punteggio sul definitivo 82-86.

Serie A2
Npc Rieti-Fortitudo Agrigento 71-64
Sconfitta nel finale per la Fortitudo che perde in casa di Rieti, squadra che trova la sesta vittoria di fila. Eppure a partire forti erano stati proprio i siciliani con un +5 trovato nei primi minuti. Rieti si riporta presto a contatto, ma Evangelisti e Buford tengono i biancazzurri avanti, con il primo quarto che si conclude sul 12-18. La seconda frazione vede i padroni di casa sbloccarsi con i punti di Pipitone e Della Rosa. A questo punto arriva la reazione agrigentina con la squadra di coach Ciani che si riporta avanti sul 19-28. L'ingresso di Di Prampero è un vero toccasana per la squadra di casa che riduce le distanze, così si va a riposo lungo sul 30-33. All'inizio del terzo periodo Agrigento riesce a trovare un break importante, ma Rieti non molla e passa in vantaggio con una tripla di Sims. Da qui in poi si procede punto a punto, con la terza frazione che si chiude sul 49-45. L'ultimo quarto è aperto da 7 punti di Rieti che si porta sul +11. La Fortitudo riesce a reagire e recuperare diversi punti portandosi con Chiarastella sul -2. Il finale di partita è molto tirato e alla fine la squadra laziale riesce a trovare i punti necessari per chiudere sul 71-64.

Pallacanestro Trapani-Benacquista Assicurazioni Latina 72-73 Brutta sconfitta per Trapani in una partita non bella ma condotta per oltre tre quarti di gara. Alla fine a trionfare è Latina che si impone proprio sul finale di partita. L'avvio è ricco di errori da una parte dall'altra e dopo cinque minuti il punteggio è inchiodato sul 6-6. L'intensità di Trapani sale notevolmente e i granata si portano sul più 6 ma alla prima sirena il tabellone segna 16-13. Nel secondo quarto le triple di Tavernelli e Viglianisi portano i siciliani sul +11. Latina appare in difficoltà i padroni di casa ne approfittano per aumentare ancora il gap. Prima del riposo lungo però i pontini riescono a ridurre le distanze, anche se Mays e Renzi riportano la squadra locale sul +11, 40-29. Al rientro sul parquet gli ospiti sembrano più determinati, ma Mays tiene i suoi sulla doppia cifra di vantaggio. Pastore e Passera cercano di tenere Latina in partita, ma Trapani resta avanti anche alla terza sirena, 54-47. Nell'ultimo quarto, Latina trova punti pesantissimi con Uglietti e si riporta a contatto. Adesso la gara è tirata, ma lo stesso Uglietti piazza il primo vantaggio ospite sul 58-59. Gli ultimi minuti sono infuocati: prima Trapani si riporta avanti, poi Latina trova il pari e opera il controsorpasso fino al definitivo 72-73.

Serie A1 femminile
Saces Mapei Givova Dike Napoli-Virtus Eirene Ragusa 63-66
Successo di fondamentale importanza per la squadra iblea che batte un’avversaria diretta e si porta al quinto posto. Gara combattuta sin dai primi minuti, con le biancoverdi che provano a scappare e Napoli che non va mai sotto il possesso di svantaggio. Gray all’8’ impatta sul 10-10, il primo quarto è tiratissimo e si chiude sul 13-14. Nella seconda frazione inizia meglio Ragusa, anche se ai due attacchi mancano soluzioni efficaci. Vanloo porta le siciliane sul +7, ma poi le campane sono brave a ridurre il gap prima che Consolini lo scavi nuovamente. Triple da una parte e dall’altra con Plaisance e Ndour, e si va così al riposo lungo sul 26-31. Al rientro sul parquet, la Passalacqua continua a gestire le operazioni con Larkins e Formica, ma Napoli si riporta a contatto e trova il pari a quota 46 grazie ai punti di Gemelos, Chesta e Carta. Alla sirena, però, il tabellone vede il vantaggio delle ragusane con una bomba di Ndour che segna il 46-49. In avvio di ultimo quarto, altra tripla di Ndour e parziale di 10-0 per Ragusa che sostanzialmente chiude la partita. Napoli prova a tornare in gioco, ma sul 48-62 i giochi sembrano fatti anche se le distanze si riducono progressivamente fino al -3 e a un minuto dalla fine la squadra di casa trova addirittura il punto del 63-64. Gonzalez e Plaisance sprecano, così la gara è chiusa dai due liberi di Vanloo.