Marsala, tenta rapina con coltello da macellaio
Immobilizzato da un dipendente di un market

Redazione

Cronaca – I carabinieri hanno arrestato il 20enne Danilo Amato. Il giovane ha puntato l'arma alla gola di uno dei lavoratori, chiedendo di cedergli l'incasso. Ma è stato fermato da un collega

Ha preso un coltello da macellaio e lo ha puntato alla gola di un dipendente, prima di essere disarmato da un altro lavoratore. È accaduto, alcuni giorni fa, in un supermercato di Marsala. Protagonista Danilo Amato, 20enne arrestato dai carabinieri della stazione di San Filippo. 

Secondo la ricostruzione, il giovane è entrato nell'esercizio commerciale, e dopo aver superato le casse ha iniziato a minacciare prima il proprietario e poi gli altri dipendenti, chiedendo loro di dargli l'incasso. I lavoratori dal canto loro hanno risposto che in cassa non c'era quasi nulla. A quel punto Amato è andato in escandescenza, afferrando uno dei dipendenti. Pochi istanti dopo, però, è intervenuto un collega della vittima che ha immobilizzato il giovane.

Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri. Amato è stato fermato e trasferito nel carcere di San Giuliano, in attesa di essere interrogato dal giudice per le indagini preliminari.