Chiudi ✖
15

Marina di Ragusa, sequestrato un residence
Proprietario affittava le stanze alle prostitute

Redazione

Cronaca – I carabinieri hanno posto i sigilli all'immobile, il cui proprietario è un imprenditore edile di 49 anni. Lo stabile era stato già oggetto di un'ordinanza di chiusura per le cattive condizioni igienico-sanitarie

I carabinieri di Marina di Ragusa hanno sequestrato un residence, che, sfruttando il periodo invernale, era stato trasformato in un luogo per appuntamenti a luci rosse. Dopo aver monitorato l'immobile per diverso tempo, i militari hanno scoperto una donna all'interno di una stanza, la quale non è riuscita a smentire i sospetti. 

Da ulteriori approfondimenti investigativi, è emerso che nel residence già in passato erano state affittate stanze a donne, che esercitavano la prostituzione. Per questo è stato disposto il sequestro dell'immobile, suddiviso in 22 stanze. L'accusa contestata al proprietario, un imprenditore edile di 49 anni, è di favoreggiamento della prostituzione.

Il residence, inoltre, era stato destinatario di un'ordinanza di chiusura per motivi sanitari a settembre 2015, ma il proprietario aveva fatto finta di nulla. Atteggiamento, questo, che è valso all'uomo anche una denuncia per inosservanza di provvedimento dell'autorità.