Basket, Orlandina di scena a Torino
Sfide dure per Agrigento e Ragusa

Luca Di Noto

Sport – I paladini affronteranno una delle squadre più in forma del torneo, mentre in A2 la Fortitudo ospiterà Reggio Calabria e Trapani sarà impegnata a Ferentino. Nel femminile le iblee vogliono agganciare la Fila San Martino

Altro weekend ricco di appuntamenti per le squadre siciliane di basket che scenderanno in campo domenica.

Serie A
Sarà la sfida tra quelle che, con tutta probabilità, sono le due maggiori sorprese di questa stagione. La Betaland Capo d’Orlando sarà infatti impegnata sul parquet della Fiat Torino, con entrambe le squadre che sono al momento appaiate a quota 18 punti, in quinta posizione. Dopo il successo all’overtime su Venezia, i siciliani vogliono dare continuità ai propri risultati, ma occhio ai piemontesi che nelle ultime tre gare hanno sempre fatto bottino pieno. «Si tratta di una squadra di eccellente talento che può contare su giocatori di valore assoluto – spiega il coach Gennaro Di Carlo –, come gli americani e l’esperto Poeta. Hanno inoltre un allenatore di grande esperienza e molto in gamba e questa loro stabilità gli ha consentito di cominciare a ottenere i risultati, tanto che arrivano da tre vittorie consecutive, delle quali due in trasferta contro due squadre che lottano per non retrocedere. Hanno vinto anche contro Avellino che è la squadra più in forma del campionato e questo fa capire quanto Torino sia temibile e in fiducia. Noi però dobbiamo pensare a noi stessi e andremo a Torino per portare a casa la vittoria».

Serie A2
Non è mai una sfida banale quella tra la Fortitudo Agrigento e la Viola Reggio Calabria. Lo è ancora meno adesso che i siciliani sono reduci da due sconfitte consecutive e che i reggini si trovano invece al terzultimo posto. Già da queste premesse si capisce come nessuna delle due formazioni può permettersi un passo falso in questo che non è uno scontro diretto in termini di classifica, ma lo è dal punto di vista psicologico. Tra i biancazzurri potrebbe mancare Ferraro, in dubbio per un problema muscolare. Il tecnico della Fortitudo, Franco Ciani, ha presentato così il match: «I nostri avversari hanno cambiato tantissimo, per prepararci bisogna affidarsi al nostro sistema, alle regole, a quello che è il nostro modo di giocare per reagire alle varie pieghe tattiche che la gara potrà prendere. Conosciamo il valore dei giocatori che sono arrivati a Reggio Calabria, che avrà una settimana di lavoro in più con il suo nuovo assetto, mai come domenica sarà importante essere noi a imporre il ritmo della gara».

Dopo le ultime giornate sembra essere in caduta libera la Pallacanestro Trapani che affronterà in trasferta l’FMC Ferentino in una sfida che dà ai siciliani la possibilità di riavvicinarsi alle zone che contano per la qualificazione ai play off di fine stagione. Un vero e proprio peccato se si considera che fino a qualche settimana fa i granata erano molto più su in classifica, ma una flessione che ci può indubbiamente stare in una stagione più che complessa. A parlare in sala stampa è stato il presidente dei siciliani, Pietro Basciano, che ha presentato così la gara: «Negli ultimi 15 minuti della partita contro Casale abbiamo mollato psicologicamente ma io resto tranquillo perché ho la certezza che questa squadra possa fare i playoff. Il giorno dopo la partita abbiamo fatto una riunione di 2 ore con tutta la squadra e lo staff e ci siamo resi conto che da agosto ad ora ci siamo allenati al completo solo una settimana. Non voglio che questo diventi un alibi ma sono convinto che il problema sia esclusivamente fisico. A Ferentino non sarà facile, ma il campionato è ancora lungo».

Serie A1 femminile
Dopo il successo infrasettimanale nel recupero contro l’Umana Reyer Venezia, altra sfida dura per la Virtus Eirene Ragusa che riceverà al PalaMinardi la sorprendente Fila San Martino. Le iblee hanno un solo obiettivo, vincere per agganciare la squadra padovana in classifica a quota venti punti e per tentare di rimettersi in corsa per le posizioni che contano. A presentare il match e l’intenso calendario delle biancoverdi è il coach Gianni Lambruschi: «Contro Venezia, le risposte sono arrivate da tutta la squadra. Diciamo che eravamo molto arrabbiati dopo la sconfitta di Lucca e questa partita è stata un toccasana. I nostri obiettivi sono quelli di renderci conto di essere una buona squadra, di maturare e di avere meno alti e bassi. Domenica abbiamo San Martino che possiamo raggiungere in classifica, poi il Galatasaray in Eurocup con il quale ci andremo a giocare la nostra partita, ma avremo anche la coppa Italia dove incontreremo proprio Lucca e spero che le mie ragazze abbiano voglia di rifarsi contro di loro».