Basket, belle vittorie per Agrigento e Trapani  
Fortitudo si impone in casa, granata corsari

Luca Di Noto

Sport – Le due formazioni siciliane di A2 chiudono bene l’anno: la squadra di Ducarello vince sul parquet di Agropoli, mentre gli agrigentini conquistano la quinta vittoria consecutiva battendo Scafati tra le mura amiche

Ultime gare dell’anno per le squadre siciliane di basket, con le due formazioni di serie A2 impegnate in campo.

Fortitudo Agrigento-Givova Scafati 81-70 Quinta vittoria consecutiva per la squadra di Franco Ciani che continua la scalata in classifica imponendosi sul fanalino di coda Scafati. Agrigento inizia subito bene con i canestri di Bell-Holter e Piazza, ma gli ospiti reagiscono con il duo Naimy-Fantoni e ricacciano indietro i siciliani. Il primo quarto dunque si chiude sul 18-21. Nella seconda frazione, grande agonismo da una parte e dall’altra: i campani provano ad allungare, ma i padroni di casa rispondono con Zugno, Bucci e Buford, così a metà gara la Fortitudo conduce per 38-37. Al rientro sul parquet, Agrigento resta avanti grazie a Piazza anche se perde De Laurentiis per infortunio. Gli ospiti comunque non riescono a pungere più di tanto in attacco, così il risultato alla terza sirena è di 55-49. Nell’ultimo quarto la Givova tenta il tutto per tutto, ma la Fortitudo alza un muro difensivo quasi invalicabile. Piazza si mostra ancora una volta decisivo, poi le triple di Ferraro, Bucci e Bell-Holter mandano i siciliani sul +12, chiudendo di fatto la gara. Nel finale c’è tempo anche per il canestro di Cuffaro, prodotto del vivaio della Fortitudo.

Basket Agropoli-Pallacanestro Trapani 81-91 Successo esterno importantissimo per la squadra siciliana che sale a 16 punti in classifica (quarta posizione) sconfiggendo la formazione di coach Finelli. Inizio promettente per entrambe le compagini, ma a trovare la prima tripla è Ganeto. Agropoli prova a dettare il ritmo, ma Trapani regge grazie a Mays e Renzi, con gli ospiti a inseguire sul -4. Tommasini da una parte e Carenza dall’altra scuotono la retina dall’arco, le distanze non variano e alla prima sirena è 22-18. Nella seconda frazione Contento firma il +6 locale, ma Scott e Renzi trovano presto i punti del pari, raggiunto a quota 28. Agropoli rimette la testa avanti con Taylor, a questo punto è botta e risposta fino a quando Mays non trova i punti del +4 ospite con cui si chiude la prima metà di gara (36-40). Le squadre rientrano in campo e i campani trovano subito il pari, situazione che si protrae fino al termine del periodo, quando il tabellone segna 62-62. Nell’ultimo quarto, Agropoli tenta la fuga con la tripla di Content, ma Mays e Filloy ristabiliscono la situazione di parità. Poi sale in cattedra anche Viglianisi, con Filloy che presto trova il +7 ospite sul 79-86. Gli ultimi minuti servono solo a rendere definitivo il punteggio: 81-91.