Siracusa, ucciso nella notte in pieno centro
Colpito con un pugno in faccia dopo una lite

Salvo Catalano

Cronaca – Il litigio sarebbe scoppiato vicino al parcheggio Talete. I due si conoscevano ed erano usciti insieme, finendo per litigare per una donna. L'aggressore, un operaio di 43 anni, è stato arrestato dalla polizia

Sarebbe stato ucciso con un pugno al culmine di una violenta lite. Stanotte, intorno alle 2.30, un uomo ha perso la vita a Siracusa, nel centro storico di Ortigia. Si tratta del 46enne Franco Iraci che, secondo la ricostruzione delle forze dell'ordine intervenute, sarebbe caduto a terra dopo essere stato colpito in volto da Sebastiano Musso, operaio siracusano di 43 anni che è stato arrestato. Alla base dell'aggressione un diverbio su una donna. 

Il litigio è avvenuto nella zona del mercato, vicino al parcheggio Talete. I due si conoscevano, ieri sera erano usciti insieme, con loro anche un terzo uomo. La lite, secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile di Siracusa, sarebbe scoppiata per «futilissimi motivi», punti di vista diversi su una donna, peraltro non presente sul luogo dell'aggressione. I toni del contrasto si sarebbero accesi anche a causa dell'alcool, i tre infatti avevano bevuto. 

Musso, dopo aver colpito l'amico, si è allontanato non rendendosi conto delle gravi condizioni in cui era ridotto. È stato il terzo componente del gruppo ad avvisare la polizia e a richiamare l'aggressore che è tornato spontaneamente sul luogo dell'omicidio. La polizia conferma che l'arrestato non era sobrio al momento del fermo e che verranno fatti ulteriori accertamenti per accertare il livello di alcool assunto. Secondo quanto riferito dagli investigatori, Musso aveva un vecchio precedente per reati legati alla droga. Adesso dovrà rispondere dell'accusa di omicidio.