Chiudi ✖
15

Foto di: Benedetto Tarantino

Palermo Pride 2015 
Mostre, Film Festival e la parata finale

Eugenia Nicolosi

Cronaca, Costume e società – Dal 23 Giugno 2015 Palermo diventa teatro dei festeggiamenti per il Palermo Pride, una vorticosa giostra di eventi e festival che culmineranno nella sfilata del 27 Giugno.

Tanti Pride in tante città diverse per l'Onda Pride, una festa diffusa in tutta Italia e che quest'anno annovera tra i partecipanti nuovi Comuni della Toscana, della Calabria e della Puglia. La festosa manifestazione di orgoglio LGBT diventa ogni anno sempre più coinvolgente e si trasforma in una manifestazione pacifista e di sensibilizzazione verso i temi dell'integrazione razziale, sessuale e di religione, la solidarietà, la famiglia, le buone pratiche. Una parata di carri variopinti e musiche diverse che rompe il silenzio delle città con il canto e i travestimenti di ragazzi, genitori e nonni accompagnati dai rappresentanti di diverse associazioni ed enti. 

«Il tema generale del Pride 2015 è lo spazio pubblico come spazio di rivolta - spiega Mirko Pace, Presidente Arcigay Palermo - Tutto il Pride girerà intorno ad un ragionamento sugli spazi e prevede diverse iniziative da svolgere presso spazi simbolo della città e della collettività».

L'idea è sempre più quella di organizzare una stagione del Pride e non soltanto la parata conclusiva del 27 Giugno. Iniziative, mostre e il Sicilia Queer Film festival sono infatti parte di un disegno più ampio volto alla contaminazione dei temi LGBT con l'arte, in particolare quella contemporanea, e viceversa. Gli eventi in programma partono con Races la particolare performance che Regina Josè Galindo terrà all'Orto Botanico il 23 Aprile e che sarà seguita, l'indomani, dall'apertura del Palermo Pride: l'naugurazione a ZAC - Zisa Arti Contemporanee dalla mostra fotografica Estoy Viva, la prima mostra antologica dedicata alla Galindo. Entrambi gli eventi sono promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e da Arcigay Palermo, in collaborazione con il Palermo Pride, l’assessorato alla Cultura del Comune Di Milano e il Padiglione D’Arte Contemporanea (PAC).

Mirko Pace coglie l'occasione per dare a Meridionews una anticipazione sugli eventi e le iniziative programmate da Aprile a Giugno a cominciare dal 25 Aprile, quando in occasione della Festa della Liberazione, Palermo Pride interverrà sul palco allestito a piazza Casa Professa e Stay Queer Stay Rebel risveglierà la piazza con il flash mob interattivo Itinerari di Liber-Azione

Il 17 Maggio è la giornata mondiale contro l'omofobia, e UDU insieme agli Studenti Medi con il coordinamento di Palermo Pride daranno vita ad eventi di piazza contro l'omofobia. 

«Il mese di Giugno è ancora da definire - spiega Mirko Pace - ma tra gli ospiti di punta del Palermo Pride ci sarà Rachele Borghi, insegnante della Sorbonne a Parigi che curerà dei seminari e dei laboratori sulla sessualizzazione degli spazi e delle città nell'idea di conoscere le modalità in cui gli spazi possono essere caratterizzati da un genere e di far emergere le diversità di genere nei luoghi». 

Quest'anno sono gli tre anniversari da celebrare, il quarantesimo della morte di Pier Paolo Pasolini, i venti anni della morte di Nino Gennaro e i trentacinque anni trascorsi dai fatti di Giarre, il paese ai margini ci Catania: era il 1980 quando due ragazzi, due pescatori, si sono suicidati per le pressioni di una comunità omofoba. «QueIla triste circostanza è stata stimolo per il processo già in atto che ha portato alla nascita di Arcigay Palermo, il primo arcigay d'Italia. Questi tre anniversari troveranno altrettanti momenti di celebrazione nelle giornate immediatamente precedenti al corteo, nell'ultima settimana».